Alps Hockey League: al via il 17 settembre

L’Asiago Hockey 1935 parteciperà all’Alps Hockey League, la nuova lega che comprende squadre provenienti dalle federazioni italiana, austriaca e slovena. Il torneo transfrontaliero è il frutto del lavoro degli ultimi sei mesi delle Federazioni e delle Società di serie A: l’intento delle società e della FISG è stato quello di creare un campionato interessante, vario, nuovo, competitivo, con programmi e prospettive per il futuro.  Il risultato è l’unione di 16 squadre (8 italiane, 7 austriache e una slovena), con prospettive di allargamento e implementazione già dalla prossima stagione.

Le 16 squadre dal 17 settembre si sfideranno per la conquista del nuovo titolo.
Le squadre partecipanti sono le italiane Asiago, Val Pusteria, Ritten Sport, Fassa, Cortina, Gherdeina, Vipiteno ed Egna, quelle austriache di Zell am See, Lustenau, Feldekirch, Bregenzerwald, Kitzbuhel, Klagenfurt II e Red Bull Salzburg II, e l’austriaca dello Jesenice.

La neonata lega ha già disposto la formula del campionato e il relativo calendario della regular season, tutte le informazioni dettagliate relative a questi ultimi aspetti li potrete trovare sul sito della lega www.erstebankliga.at/ahl-en. La formula prevede un girone di andata e ritorno tra tutte le squadre, che sarà seguito da una seconda fase in cui le squadre saranno divise in tre gruppi: le prime 6 a decidersi le posizioni migliori per i playoff, le altre 10 in due giorni da 5 squadre al termine dei quali la vincente di ogni gruppo accederà ai playoff.

I Playoff, composti da quarti di finale, semifinale e finale, saranno giocati al meglio delle 5 partite per i primi due turni e al meglio delle 7 partite in finale.
All’inizio di questa fase le migliori 3 squadre potranno scegliere l’avversario con cui confrontarsi ai quarti di finale. L’esordio in campionato degli Stellati sarà il 17 settembre contro gli Eisbaren di Zell am See tra le mura amiche dell’Odegar. Il calendario completo è disponibile anch’esso sul sito della lega.

Nella foto il presidente della FISG Andrea Gios