Anche lo sport celebra il CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA SULL’ALTOPIANO.

Sull’Altopiano di Asiago, nell’anno in cui aprono ufficialmente le celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra, si lavoro alacremente per predisporre le numerose iniziative in programma. Ieri sera nella sede della “Spettabile Reggenza dei 7 Comuni” ad Asiago sono state fatte le presentazioni di rito per gli appuntamenti che daranno il “la” al calendario.

Dopo aver illustrato il programma dei prossimi 23 e 24 maggio, c’è stato spazio anche per le proposte sportive che nel corso dell’estate daranno il proprio apporto al ricordo dei tragici eventi che hanno segnato profondamente l’intero Altopiano vicentino. A fare da padrona nel calendario sarà l‘A.S.D. Sportiva 7 Comuni, guidata da Franco Morello, che proporrà un terzetto di appuntamenti da giugno a settembre. Il 21 giugno, infatti, si partirà con la 16.a edizione della Granfondo dei Cimbri per passare il testimone solo una settimana più tardi alla 10.a edizione de La Corsa del Trenino. Dopo una dovuta pausa si tornerà a fare sul serio nel segno del trail running per estimatori con la 2.a Strafexpedition, in programma il prossimo 6 settembre. In concomitanza con la manifestazione del 28 giugno, Asiago sarà cuore pulsante anche per il mondo delle ruote fine con l’esordio della nuova Granfondo Asiago, firmata dall’A.S.D. Racing 2015 di Pietro Casalatina.
«Quelle che proporremo – ha spiegato Franco Morello, presidente della Sportiva 7 Comuni – sono iniziative che cercano di valorizzare il territorio e legarsi al tempo stesso a questo importante momento di memoria degli avenimenti bellici della Grande Guerra del ’15-’18. In calendario avremo due “classiche” quali la Granfondo dei Cimbri e la Corsa del Trenino, ma di certo l’appuntamento clou della stagione altipianese sarà a settembre con la 2.a Strafexpedition. Per quanto riguarda la Granfondo dei Cimbri abbiamo voluto rivedere appositamente il tracciato e per la prima volta i concorrenti pedaleranno sulle tracce delle battaglie che sconvolsero l’Altopiano.Per la gara di settembre il grande incitamento che ci è arrivato dai quasi 600 iscritti della prima edizione ci ha dato ulteriore carica per predisporre una gara di alto livello. Sulle rete, nei forum e sui social fervono già i curiosi e a breve potremo annunciare anche il lancio di un secondo tracciato “light” che si fermerà a 42 km invece dei 58 della corsa maestra. Stiamo inoltre lavorando per installare una webcam a Cima Ortigara collegata con la zona arrivo per poter seguire i passaggi in streaming dal punto più alto del tracciato e forse uno dei luoghi simbolo dei combattimenti della Grande Guerra sul fronte italiano. Non vanno dimenticati i tanti volontari su cui potremo contare, oltre 150 lo scorso anno, che ci permetteranno di assicurare per tutte e tre le gare in programma un’assistenza costante lungo i percorsi. Infine, la Strafexpedition vedrà la concomitanza con la manifestazione “Made in Malga” con cui è stato possibile convenzionarci per far gustare ad organizzatori e atleti i sapori del nostro territorio.»


GRANFONDO DEI CIMBRI:

Ad aprire le danze, dunque, ci penserà la Granfondo dei Cimbri, gara per ruote grasse e biker purosangue lungo un percorso di 51 km e 1.437 m D+. Sparo d’inizio da Gallio (VI) per poi lanciarsi sui sentieri della Grande Guerra, salendo metro dopo metro fin sotto l’Ortigara, uno dei teatri divenuti più noti nel combattimenti del ’15-’18. Fino al 14 giugno ci si potrà iscrivere approfittando della quota agevolata di 28 euro, mentre dal 15 e fino al 20 giugno si salirà a 38 euro. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito ufficiale www.granfondodeicimbri.it. La gara è inoltre inserita nel circuito Prestigio MTB 2015, di cui sarà la prova di metà calendario.

 CORSA DEL TRENINO:

Il 28 giugno suonerà invece la sveglia per gli amanti della corsa, che potranno gustarsi una nuova edizione dell’ormai tradizionale Corsa del Trenino,giunta a spegnere le sue prime 10 candeline. Si scatterà dal parterre di Cogollo del Cengio (VI) e via a risalire le pendici dell’Altopiano fino ad Asiago, sul tracciato del vecchio trenino a cremagliera che collegava la Val d’Astico con Asiago. 22 sono i chilometri del percorso con un dislivello di 800 m, concentrato per lo più nella prima metà della gara. Da Cogollo, infatti, si inizia subito ad arrampicare verso il primo ristoro di Ponte di Campiello (km 7). La salita prosegue poi fino ai 1.180 m slm di Malga Ronchetto (km 10), dove di fatto la gara scollina per fare il suo ingresso tra i saliscendi dell’Altopiano. Dopo una rapida discesa su Treschè Conca, la via si addolcisce infatti e nella seconda metà di gara conduce fino alla finish line. Iscrizioni ancora aperte anche su questo fronte. Sul sito www.lacorsadeltrenino.it è possibile trovare tutte le indicazioni. Fino al 14 giugno la quota sarà di 20 euro, quindi si salirà a 25 euro dal 15 giugno e fino a pochi minuti dal via.

 STRAFEXPEDITION:

Luglio e agosto non saranno certo mesi di calma per l’Altopiano, ma per gli appassionati di trail saranno quelli dedicati a preparare una gara che, già alla sua 2.a edizione, è attesa dal popolo degli addetti ai lavori. Stiamo parlando ovviamente della Strafexpedition che darà spettacolo il 6 settembre ad Asiago (VI). Nel 2015 le emozioni non mancheranno lungo i 58 km di gara e i quasi 3.000 m D+, transitando per i luoghi della memoria del Primo Conflitto Mondiale, fin sotto i contrafforti del Monte Ortigara.

«Per proporre una gara come la Strafexpedition – ha concluso Piergiorgio Rebeschini, responsabile tecnico per i tracciati – abbiamo voluto partire con un buon anticipo per arrivare preparati a questo momento e ancora più, è la nostra speranza, il prossimo anno, quando ricorreranno i 100 anni dalla “spedizione punitivia” da cui ha preso il nome la competizione. Partire subito nel 2014 con una prima edizione, senza passare per il test sul campo solitamente rappresentato dall’edizione 0, è stato senz’altro un azzardo, ma ben ripagato dalla soddisfazione del pubblico di runners che hanno partecipato. Per quest’anno abbiamo scelto di riunire partenza e arrivo ad Asiago e a breve effettueremo i primi sopralluoghi con i gps per avere il profilo finale del percorso. I concorrenti troveranno di certo alcune novità nell’edizione 2015. Se lo scorso anno l’idea che ci aveva guidati nel tracciare il percorso era di partire dall’ex territorio austro-ungarico per salire lungo la cresta di confine e quindi passare nelle retrovie del fronte italiano, quest’anno si correrà lungo alcuni luoghi simbolo della Grande Guerra combattuta sull’Altopiano. Si passerà infatti per il Monte Caldiera con un tratto in trincea, quindi le trincee del Monte Zebio e infine la picchiata su Asiago arrivando dal Monte Bi. In apertura di gara ci sarà anche il passaggio per Forte Interrotto.»