Asiago Hockey: Vescovi si dimette, la presidenza a Mantovani

“Sono stanco, le difficoltà finanziarie sono troppe, la situazione non è più sostenibile, qui è a rischio la sopravvivenza stessa della società”. Con queste parole, estrema sintesi della lettera di dimissioni inviata al consiglio di amministrazione dell’Asiago Hockey 1935, Enrico Vescovi lascia la carica di presidente e, almeno per il momento, qualsiasi altro incarico all’interno della società. L’annuncio è stato dato questa sera in una conferenza stampa tenutasi allo Stadio del ghiaccio.

Il difficile compito di traghettatore fino alla prossima assemblea che si terrà a fine ottobre se l’è accollato l’avvocato Piercarlo Mantovani, che dopo due anni torna dunque, temporaneamente, alla presidenza dell’Asiago Hockey.

“Le difficoltà ci sono e sono tante, ma non insuperabili – ha detto Piercarlo Mantovani – Intanto voglio smentire le voci circolate in queste ultime ore sulla possibilità che l’Asiago non si presentasse nemmeno in campo sabato sera. Saremo sul ghiaccio e ci saremo ancora a lungo. E’ doveroso continuare, perché questa società, fatta nella storia da migliaia di persone, ci rappresenta tutti. Invito tutti a starci accanto. Perché la storia possa continuare, abbiamo bisogno di sponsor sì, ma anche di tifo che non deve mancare soprattutto in questo momento”.

La questione principale è legata alla trattativa ancora in corso con il main sponsor, ovvero la Migross, con la quale ci sono degli accordi solo verbali.

“Ma ci sono difficoltà anche a riscuotere le somme concordate per le passate stagioni – ha detto Enrico Vescovi – e non vi è alcuna certezza neppure per la copertura della sponsorizzazione principale per la stagione che sta per cominciare. Questa situazione proietta un’ombra sinistra sia sulla chiusura del bilancio 2013/2014 che sulla predisposizione del bilancio 2014/2015, con una particolare apprensione relativamente alla liquidità dell’ingaggio dei giocatori che provengono da Federazione straniera o da altra società italiana”.

A bilanciare il pessimismo di Vescovi, c’è un certo ottimismo da parte di Piercarlo Mantovani che dice di avere fiducia in notizie positive su questo fronte anche a breve.

“Certo che dovremo riprogettare l’Asiago Hockey, dovremo arrivare all’assemblea di fine ottobre con nuovi piani, consci dei passi che si devono fare non solo per continuare, ma per migliorare sempre più”.