Fondi per gli impianti: “Grazie! Peccato ne servano molti di più”

La notizia della concessione dei finanziamenti per gli impianti di risalita da parte della Regione viene accolta con entusiasmo in Altopiano, ma se da una parte gli imprenditori sono grati per il provvedimento, dall’altra c’è la piena consapevolezza che questi fondi, seppur importanti, non sono certo sufficienti per garantire la realizzazione dei progetti.

“La nostra richiesta –spiega infatti Lorena Frigo, della società Roana 2000 Verena, che risulta beneficiaria del finanziamento più cospicuo, pari a due milioni di euro – riguarda la sostituzione della seggiovia centrale Verenetta-Verena. Un’operazione, per la quale abbiamo i progetti pronti da tempo, dal costo preventivato di quasi 6 milioni di euro. Con le sole nostre forze certo non riusciremo a mettere sul piatto i 4 milioni  che, tolto il finanziamento regionale, servono. Vedremo se, cosa che auspico, saranno cumulabili altri eventuali finanziamenti. Sicuramente ci daremo da fare per riuscire a portare a termine i nostri progetti”.

Sulla stessa lunghezza d’onda è anche Alessandro Bregolato, presidente della Cima Larici srl alla quale è destinato un milione di euro.
“Certamente questa è un’ottima notizia, che ci fa grande piacere – commenta –  Poter portare a termine il progetto di un nuovo impianto di risalita che porti a Cima Larici e riaprire quello che tutti chiamano “el piston”  è il sogno di tutta la nostra società e renderebbe felici i tantissimi sciatori che ci chiedono in continuazione il ripristino di quella che considerano una pista fra le più belle dell’Altopiano. Un obiettivo molto impegnativo, per il quale dobbiamo organizzarci e trovare il modo di completare l’investimento, che in totale richiede 3 milioni e mezzo di euro. Abbiamo appena realizzato la nuova seggiovia, il cui collaudo con conseguente messa in funzione è previsto per metà gennaio, e per la quale abbiamo investito 1milione e 200.000 euro, di cui 500.000 finanziati dalla Regione. Inoltre, viste  le problematiche di questi giorni date dagli intasamenti causati dall’enorme afflusso di auto e dall’ inadeguata capienza del parcheggio in certe giornate, abbiamo già previsto un nuovo capiente parcheggio che realizzeremo per la prossima stagione. E’ chiaro che questi soldi che ci vengono destinati dalla Regione ci sono d’aiuto per continuare nei nostri programmi di rivalutazione di tutta l’area, ma trovare i finanziamenti per completare tutti i lavori necessari non sarà facile. Da parte nostra continueremo a mettere tutto il nostro impegno per poterci riuscire”.