“Più sport a scuola”: un progetto da… esportazione!

Un progetto da esportazione. L’iniziativa “Più sport a scuola – Diritto allo studio”, proposta ed organizzata ad Asiago dall’assessore allo sport Franco Sella, ha destato interesse ed è piaciuta anche fuori dai confini dell’Altopiano e del Veneto. Sella, recentemente, è stato infatti chiamato come relatore su questo argomento in una due giorni tenutasi ad Ivrea organizzata dalla locale Asl TO4 con il patrocinio della Regione Piemonte nell’ambito del programma nazionale “Guadagnare salute”. Una proposta rivolta a: politici, amministratori, dirigenti ASL, funzionari comunali, medici, operatori della sanità, docenti e dirigenti scolastici, presidenti di associazioni sportive.

Un’esperienza davvero gratificante – racconta Franco Sella – che rappresenta un ulteriore riconoscimento della validità di questo progetto che io considero un investimento sui giovani e sul loro futuro, con l’obiettivo di creare delle generazioni migliori. Investire in salute, perché lo sport è salute, significa anche risparmiare sulla sanità”.

Ad Ivrea ho parlato ad un pubblico qualificato, persone che rivestono ruoli di responsabilità in ambiti educativi e sanitari. Li ho visti molto interessati all’argomento e al termine della mia relazione mi hanno posto tante domande anche sugli aspetti pratici con l’ottica di poter avviare progetti simili anche nei loro contesti”.

Il progetto “Più sport a scuola”, avviato da qualche anno nelle scuole di Asiago, intende avvicinare, fin dalle scuole materne, i nostri bambini e ragazzi alle discipline sportive che si praticano maggiormente nel nostro territorio e proporle all’interno dell’offerta formativa scolastica come forma privilegiata di educazione. E’ un progetto che si realizza grazie alla disponibilità dei dirigenti scolastici e degli insegnanti e all’apporto di tanti volontari, in primis i responsabili e gli allenatori delle varie società sportive che operano in Altopiano.

“Più sport a scuola” proseguirà anche nell’anno scolastico appena cominciato – assicura l’assessore – senza nessuna variazione rispetto allo scorso anno, proponendo quindi le stesse discipline. Insieme agli insegnanti e ai volontari delle società sportive, che fin d’ora voglio ringraziare, adesso che gli orari scolastici dovrebbero essere più o meno definitivi, incominceremo ad avviare tutta l’organizzazione per le varie fasce d’età”.
Stefania Longhini