Strutture. Inaugurato l’aeroporto di Asiago.

500 persone e quasi 100 aerei arrivati per l’occasione: l’inaugurazione dell’aeroporto di Asiago è stata un grande festa. Il presidente Bruno Zago ha avuto a fianco a sè il Governatore del Veneto Luca Zaia, i Sindaci dell’Altopiano, gli esponenti di Enac giunti da Roma, moltissime autorità civili e militari, amici e simpatizzanti di Asiago venuti a brindare al taglio del nastro della nuova Palazzina operativa.

Il rilancio dell’Aeroporto iniziato quest’estate punta sul turismo italiano ed estero, da inizio stagione 300 aerei hanno visitato il Romeo Sartori e molti piloti sono già tornati ad Asiago per un giro in centro o per comprare qualche prodotto locale.

“Era giusto rendere omaggio con una grande festa a tutti quelli che tanto hanno lavorato per questa struttura. Alcuni qui l’hanno vista nascere tanti anni fa e finalmente possono brindare con noi all’inaugurazione ufficiale – dichiara il Presidente Zago – avere con noi anche il Governatore Zaia aggiunge lustro e onore al nostro impegno e lo ringrazio per il sostegno che dimostra per le iniziative imprenditoriali in Veneto.”

“Zago merita il titolo che fu di Lorenzo De Medici, il ‘Principe Illluminato’ – ha commentato Zaia – dimostra che spesso la crisi è dentro di noi e che se si ha voglia di rischiare si supera. Questa non è un’avventura o un giocattolo per un imprenditore, ma è un bene per tutti e per tutto l’Altopiano. Ce ne vorrebbero altri di imprenditori coraggiosi come Zago.”

La cerimonia di inaugurazione aperta al pubblico è continuata con il passaggio degli alianti storici e il tricolore e con un brindisi per tutti. L’Aeroporto di Asiago, situato a pochi passi dal centro cittadino, sta diventando oltre che un’infrastruttura attrezzata per il decollo e l’atterraggio di alianti, ultraleggeri, elicotteri e aeroplani di aviazione generale, anche un luogo di ritrovo e di svago per residenti e turisti.